Canados Yacht Giovanni De Pierro

Giovanni De Pierro, famoso imprenditore nel settore della nautica di lusso e fino a poco tempo fa a capo del cantiere romano “Canados Yacht”, ha riscoperto la sua passione e ha svelato alcune interessanti novità per il futuro del mercato nel comparto nautico. Dopo la sua esperienza da imprenditore, ora Giovanni De Pierro osserva il business futuro degli yacht di lusso con lo sguardo dell’investitore. Proprio per questo motivo, di fronte all’eventuale scelta tra una villa di lusso e uno yacht, senza esitazioni opterebbe per il secondo. Infatti, in una recente intervista, ha affermato che ormai gli yacht sono diventati vere e proprie abitazioni sull’acqua, dotati di optional lussuosi, finiture ricercate e sofisticate, arredati da famosi architetti e costruiti dalle sapienti mani di costruttori edili di professione. Dei 22 miliardi che derivano dal mercato mondiale degli yacht di lusso, 2,5 miliardi derivano dalla produzione italiana. Pertanto, Giovanni De Pierro ha affermato che l’Italia si è ormai specializzata nella progettazione e produzione degli yacht di lusso e, proprio per questo motivo, i clienti e gli investitori hanno individuato nel Made in Italy un’autentica eccellenza, un brand a cui affidarsi per ottenere modelli unici e ricercati. Infatti, i prototipi italiani stanno trovando sempre più spazio presso gli eventi nautici più frequentati. Caratterizzati da lusso, stile, design studiato e performance testate, sia i grandi yacht sia i battelli pneumatici sono stati ammirati presso i saloni nautici più conosciuti (Cannes, Genova, Monaco). Inoltre, sempre Giovanni De Pierro ha sottolineato come almeno il 20% delle imbarcazioni presenti in Costa Azzurra esponesse un brand italiano. Si tratta sicuramente di yacht caratterizzati da una cura particolare, sia sotto l’aspetto cantieristico e produttivo, sia sul piano dell’ingegneria navale e dell’estetica della loro architettura. Non a caso, il modello di imbarcazione premiato come yacht dell’anno è stato l’ ”Amer F100”, firmato all’architetto perugino Stefano Tini. L’interesse verso questo comparto della nautica è in forte crescita, tant’è che ormai gli yacht non rappresentano soltanto il lusso del ricco, ma anche l’ambiente privilegiato per l’organizzazione di conferenze, summit, meeting ed eventi di particolare rilevanza. I clienti sono sempre più attratti dal mix mare – tecnologia. Si tratta di personalità immerse nel mondo degli affari, ma con uno sguardo appassionato al mare, luogo di svago, relax e divertimento. Dunque, lo yacht di lusso è diventato un modo per conciliare business e passione, affari e tempo libero. De Pierro, però, tiene a sottolineare come durante la sua leadership in Canados il suo obiettivo principale era di realizzare modelli che non si discostassero eccessivamente dalla grande tradizione artistica e architettonica della Città Eterna. È importante, infatti, che le imbarcazioni abbiano uno stile rintracciabile in quella che è una delle eccellenze per l’Italia, l’arte. Anche lo yacht, infatti, può definirsi un’opera d’arte e, come tale, deve poter essere ammirato.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *